FIBROSCAN - ELASTOGRAFIA EPATICA: una nuova procedura per diagnosi e gestione della malattie al fegato

11/02/2016




Il FIBROSCAN (Elastografia epatica) è una metodica diagnostica utile a stabilire la presenza e lo stadio di malattie del fegato  e  a quantificare la fibrosi epatica, vale a dire il fenomeno di cicatrizzazione che consegue a malattie come l’epatite virale e che può portare alla cirrosi epatica. Questa tecnica è eseguita grazie ad uno strumento, chiamato appunto FIBROSCAN.
L’apparecchio è costituito da una sonda ad ultrasuoni montata su un sistema vibrante, a prima vista simile a quella usata per le ecografie. La sonda del FIBROSCAN viene applicata sulla cute del costato a destra: l’impulso che genera determina la propagazione di un’onda elastica attraverso il fegato, la cui velocità, misurata per mezzo degli ultrasuoni, è direttamente correlata alla sua rigidità (a sua volta dipendente dalla quantità di fibrosi).
Fino ad ora, questa informazione era ottenibile solo con una biopsia epatica, ossia con un prelievo dal fegato, eseguito, in anestesia locale, con un apposito ago. La biopsia epatica è però una procedura invasiva; inoltre, il frammento di tessuto che si ottiene, di piccole dimensioni, può non rappresentare fedelmente lo stato del fegato nella sua interezza.  

A COSA SERVE IL FIBROSCAN?
Per le sue caratteristiche il Fibroscan, è particolarmente utile per un monitoraggio nel tempo delle malattie epatiche (Epatite B, Epatite C, Cirrosi Epatica, Steatosi Epatica), della loro evoluzione e della risposta al trattamento.
Consente di valutare e monitorare in modo non invasivo il grado di fibrosi del tessuto epatico nei soggetti affetti da malattie croniche del fegato, come ad esempio le epatiti virali ad andamento cronico. Nella maggioranza dei casi consente di evitare l'uso della biopsia epatica.
Nel caso delle epatiti virali, l'elastografia può essere utilizzata per monitorare gli effetti della terapia antivirale, con particolare riferimento al grado di fibrosi.

CHE COSA BISOGNA SAPARE SUL FIBROSCAN?

  • Viene utilizzato come alternativa ad un esame invasivo come la biopsia per la diagnosi e la gestione di alcune malattie del fegato (Epatite B, Epatite C, Cirrosi Epatica e Steatosi).
  • L’esame (simile ad una normale ecografia) dura dai 5 ai 15 minuti.
  • Il dispositivo utilizza onde ad ultrasuoni per determinare lo stato di salute del fegato. Non è un esame invasivo.
  • Non vi è nessuna radiazione, né vi sono iniezioni o incisioni.
  • Non vengono utilizzati anestetici. L’esame è indolore.

PER INFO E PRENOTAZIONI 
Contatta il CUP ai numeri 081 319 3111 e 081 319 3112

Prenota tramite whatsapp al numero 344 244 4767